Gestione della flotta incentrata sul conducente e approfondimenti sulla sicurezza stradale

Da: Jonathan Matus, Zendrive, CEO e co-fondatore

La conoscenza è potere. E nel 2018, la conoscenza significa dati, e la tecnologia per trovare tendenze, tendenze e intuizioni attuabili da essi può salvare vite e ridurre i costi.

Un quadro più chiaro e completo delle vostre flotte
Per prevenire le collisioni e risparmiare vite e denaro, i gestori delle flotte hanno bisogno di una chiara finestra sulle prestazioni dei loro autisti. Non è sufficiente tracciare i movimenti dei veicoli; è necessario capire il comportamento dei conducenti. Nell'era di Vision Zero, prevenire gli incidenti significa correggere i comportamenti che più probabilmente li causano.

La tecnologia telematica basata sugli smartphone misura il comportamento del conducente. Utilizzando i sensori già disponibili nei vostri smartphone, una varietà di elementi di sicurezza come l'eccesso di velocità, frenate brusche, brusche accelerazioni, la durata del tempo al volante, l'ora del giorno e, sì, anche l'uso del telefono può essere misurato. Il novanta per cento delle collisioni derivano da un errore umano, e il 30 per cento di queste derivano dall'uso del telefono.

L'uso dei sensori degli smartphone aiuta a capire ciò che conta davvero: le persone. Prendete, per esempio, Carburanti BoosterUna flotta che ha molti autisti che operano su più veicoli. Un sistema basato su smartphone che rimane con i conducenti permette ai manager e ad altri di capire dove e quando si verifica un comportamento rischioso al volante e come lavorare con i conducenti per migliorarlo.

Un'immagine più accurata dei suoi autisti
Non solo è più utile, è più preciso.

A studio recente dell'Università dell'Illinois ha concluso che i sistemi basati su smartphone come Zendrive sono altrettanto precisi o più precisi dei dispositivi di bordo (OBD) nel misurare 13 dei 14 comportamenti di guida, compresi diversi che gli OBD non possono misurare affatto (come l'uso del telefono e la velocità rispetto ai limiti pubblicati).

Zendrive ha raccolto oltre 100 miliardi miglia di dati sui conducenti fino ad oggi, più di chiunque altro nel settore combinato E stiamo raccogliendo altri 10 miliardi di miglia ogni mese.

Track24 ha collaborato con Zendrive per questo motivo. Track24 ha pianificato di scalare la propria app per aiutare a proteggere tutti i conducenti e i passeggeri per quasi tutti i viaggi in tutti i veicoli, ma l'hardware e il software di rilevamento degli impatti a bordo era diventato incline ai falsi allarmi e si affidava a soluzioni algoritmiche meno dettagliate. Zendrive ha integrato la risposta alle collisioni nell'app Track24, e ora l'analisi dei viaggi e le capacità di punteggio aiutano i loro conducenti e passeggeri in tutto il mondo a rimanere più sicuri durante la guida.

Insegnamento dell'autista
Per i gestori di flotte, i dati sono buoni. Ma i risultati sono migliori. Ecco perché gli algoritmi di apprendimento automatico come quelli di Zendrive vengono utilizzati per trasformare i dati dei sensori in intuizioni di coaching attuabili per i conducenti. Il feedback in-app e i rapporti di progresso su tutto, dal controllo della velocità all'uso del telefono, forniscono sia ai conducenti che ai manager un quadro completo, e il coaching rende i conducenti più sicuri.

E funziona. Abbiamo esaminato 21.000 autisti di otto flotte dei nostri clienti per capire come l'analisi dei dati e il coaching influenzano la sicurezza. Le flotte che utilizzano Zendrive hanno visto un miglioramento sostenuto della sicurezza dell'11,4% nei loro autisti più rischiosi. Ciò ha ridotto la probabilità che questi conducenti siano coinvolti in una collisione del 49%, il che si traduce in un risparmio di $2.000 per conducente a rischio all'anno. Il miglioramento del comportamento del conducente riduce la probabilità di collisioni e abbassa l'assicurazione e altre spese.

Conclusione
Fast Company ha recentemente nominato Zendrive uno dei suoi Le 10 aziende più innovative del 2018, e la ragione è semplice: miriamo a salvare delle vite.

Lo facciamo rendendo le flotte e i loro autisti più intelligenti, più sicuri e meglio informati.

Facendo questo, abbassiamo la probabilità che i conducenti delle flotte siano coinvolti in incidenti, facendo risparmiare alle loro aziende denaro significativo per le operazioni, le cause legali e l'assicurazione.

Beh, questa è solo la ciliegina sulla torta.

Se volete saperne di più, inviaci una nota!