Intervista con Highline Beta a un partner dell'innovazione

Come parte del nostro Programma Imprenditore Globale quest'anno, Highline Beta, una società di sviluppo di venture studio, si è unita a noi come Innovation Partner. Highline gestisce diversi programmi di accelerazione per le startup, tra cui il Acceleratore delle città connesse sicure che si concentra su città sicure e connesse, con la prima sfida incentrata su strade più sicure. In particolare, sono alla ricerca di startup che possono aiutare ad affrontare le sfide della mobilità e della sicurezza stradale e potenzialmente pilotare e scalare la tecnologia attraverso un accordo commerciale.

Il programma di Highline è complementare alla nostra missione di piegare la curva delle collisioni stradali in modo che non siano più una delle principali cause di morte e lesioni in tutto il mondo. Insieme, stiamo lavorando per identificare e connetterci con candidati di startup che potrebbero beneficiare di entrambi i programmi. La nostra coorte GEP 3 sarà annunciata a dicembre.

Abbiamo incontrato il socio fondatore di Highline, Ben Yoskovitz, per saperne di più sull'azienda e sul programma.

D:Parlaci di Highline Beta: cosa fai, da quanto tempo lo fai e per chi

Ho iniziato Highline Beta con il mio co-fondatore, Marcus Daniels, nel 2016. La tesi era che potevamo sbloccare le risorse all'interno delle grandi aziende (cioè esperienza di dominio, distribuzione, capitale, tecnologia, dati, ecc.) e portare quel valore alle startup, creando in cambio un immenso valore sia per le grandi aziende che per le startup. Aiutiamo grandi aziende come RBC, AB InBev e altre, a identificare aree di opportunità e crescita al di fuori del loro core business, e poi lavoriamo con loro per realizzare queste opportunità.

Uno dei modi in cui lo facciamo è attraverso i nostri acceleratori di accordi commerciali. Questi sono acceleratori focalizzati sull'aiutare le startup ad assicurarsi piloti significativi con le grandi aziende. Per esempio, sosteniamo il 100+ Acceleratore di sostenibilità con AB InBev e la Acceleratore delle città sicure e connesse con Aviva Canada e altri. Questi sono tipicamente programmi di sei mesi per far decollare i piloti e determinare se c'è una reale opportunità di scalare per la startup e la grande azienda.

D:A che punto siete con il vostro programma 2020? Qual è il prossimo passo?

Abbiamo appena completato il processo di applicazione per Safe x Connected Cities, con un focus su strade più sicure. Ora stiamo attraversando il difficile processo di filtraggio e selezione delle startup per la prima coorte. Lo faremo in collaborazione con Aviva Canada, identificando le startup che sono pronte per il pilota, dove possiamo portare valore. Ci stiamo concentrando su una vasta gamma di argomenti all'interno del tema generale delle strade più sicure, tra cui soluzioni di dati, soluzioni per la sicurezza dei pedoni, soluzioni di rilevamento e altro ancora.

D: Con che tipo di startup lavorate?

Alla Highline Beta lavoriamo con una varietà di startup, da quelle in fase iniziale a quelle in fase avanzata. Nei nostri programmi di accelerazione, tendiamo a concentrarci su quelle startup con prodotti sul mercato e una certa trazione. Devono essere pronte a lavorare con una grande azienda. Quindi queste sono spesso startup Seed+ o Series A che hanno dimostrato di essere in grado di produrre. Lavoriamo in tutti i settori, e generalmente abbiamo più esperienza nel software, anche se lavoriamo anche con hardware e startup basate sui servizi.

D: Qual è il suo legame con la sicurezza stradale/perché ha collaborato con TSR?

La prima sfida del nostro Safe x Connected Cities Accelerator è incentrata su strade più sicure. Quando ci siamo imbattuti in TSR e nella sua missione, sapevamo di voler collaborare. TSR è una grande iniziativa, dedicata a rendere le nostre strade più sicure. E considerando quanto stanno diventando trafficate le strade, con l'aumento del traffico e dei tipi di trasporto, la questione della sicurezza stradale è solo diventata più significativa. L'intera attività di Highline Beta si basa sulla collaborazione con gli altri e sulla scoperta di valore per tutti, quindi ha avuto perfettamente senso collaborare con TSR.

D: Ci sono così tanti acceleratori in questi giorni, cosa rende il vostro unico?

Siamo concentrati su accordi commerciali e piloti. Questo è l'elemento più importante del nostro programma di accelerazione. Vogliamo che le startup escano con relazioni significative con i nostri partner aziendali. Quindi siamo più concentrati sulla commercializzazione rispetto alla maggior parte degli acceleratori. Forniamo anche una significativa mentorship e programmazione lungo il percorso, basata sull'esperienza del nostro team nella costruzione di aziende. E come portiamo più partner all'ovile su un acceleratore specifico, possiamo sbloccare ancora più valore per le nostre startup partecipanti.

D: C'è qualcos'altro che vorresti che i nostri lettori sapessero sul tuo programma di accelerazione o sulla tua azienda?

Highline Beta si concentra sullo sbloccare la crescita oltre il nucleo per i nostri clienti: grandi e ambiziose aziende che vogliono capire i loro prossimi motori di crescita. Un modo per farlo è lavorare con le startup, ma farlo nel modo giusto. Crediamo che un acceleratore di accordi commerciali crei la giusta interfaccia per attrarre le migliori startup là fuori per risolvere problemi reali che contano. È incredibile quando si vede funzionare una collaborazione tra una piccola startup e una grande azienda: credo che tutti vincano in questa situazione, il che è fantastico.